PUBBLICATO IL VOLUME che raccoglie i tre testi vincitori di SCENA&POESIA, I edizione | DI SEGUITO GLI ESITI...
PUBBLICATO IL VOLUME che raccoglie i tre testi vincitori di SCENA&POESIA, I edizione | DI SEGUITO GLI ESITI...

continua...


premio SCENA&POESIA | I edizione

  • Con il contributo di
    Con il contributo di

Progetto GREEN AGENT

  • Laboratori di Teatro nella Natura
    Laboratori di Teatro nella Natura

Franco Acquaviva

  • TEATRO NELLE FIBRE DEL CORPO, Giuliano Ladolfi Editore
    TEATRO NELLE FIBRE DEL CORPO, Giuliano Ladolfi Editore

PRODUZIONI

Fuori repertorio

SRULEK E IL VECCHIO CHASSID

Coprod. TEATRO DELLE SELVE - IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA

Drammaturgia e regia: GIORDANO V. AMATO. Con FRANCO ACQUAVIVA, ELIANA AMATO CANTONE

Drammaturgia e regia: GIORDANO V. AMATO. Con FRANCO ACQUAVIVA, ELIANA AMATO CANTONE

(fotografie di Andrea Macchia)

Nell'immagine: Eliana Amato Cantone, Franco Acquaviva

 Drammaturgia e regia Giordano V. Amato

con Franco Acquaviva e Eliana Amato Cantone
 

falegnameria Luca Lusso
oggetti di scena Augusta Tibaldeschi
costumi Roberta Vacchetta
light design Federico Merula
foto di scena Andrea Macchia
 

coproduzione R.M. Storie di altri mondi (Il Mutamento Zona Castalia)R.M. Sul Lago d’Orta (Teatro delle Selve)


La parola che narra è più che semplice parola, essa trasmette effettivamente l'accaduto alle generazioni future, anzi il narrarlo è accadimento esso stesso, ha la sacralità di un rito.
Il racconto è più che una immagine riflessa: è l'essenza sacra di cui la testimonianza continua a vivere in esso. II miracolo che si racconta riacquista potere. La forza che un giorno operava si trasmette alla parola vivente e opera ancora dopo generazioni.
Martin Buber

Proprio le parole di Buber, il maggior divulgatore dell’ “animo chassidico”, possono chiarire opportunamente la direzione di questo lavoro: uno spettacolo per tutti, prevalentemente di narrazione, dove l’attenzione tributata alla “poesia” è superiore al bisogno di un’ipotetica “verità”.
Gli Chassidim sono spesso descritti come una setta dell’estasi, un po’ Sufi, un po’ Baul. Dove altri stanno ingessati in rituali tanto formalizzati quanto spesso svuotati di un vero bisogno, loro cantano, danzano, bevono e si cibano di carne, alla ricerca di una spiritualità – e a volte di una santità - molto diretta ed immediata.

Con questo lavoro prosegue e s’intensifica la collaborazione tra le Residenze Multidisciplinari “Storie di altri mondi” (Mutamento Z. C.) e "Sul Lago d’Orta" (Teatro delle Selve). L’obiettivo è di creare uno spettacolo semplice, immediato, rivolto principalmente ai giovani e ai ragazzi, godibile tout court, senza “lezioni” preliminari. Una sorta di “soglia di accesso” per successive possibili informazioni di carattere storico, sociologico e religioso sulle comunità ebraiche nei paesi dell’Est dell’Europa, dal settecento alla seconda guerra mondiale.

Ancora Buber, dal quale riceviamo precise, quanto probabilmente involontarie, indicazioni per la messa in scena.
«A un rabbi, il cui nonno era stato discepolo del Baalshem, fu chiesto di raccontare una storia. « Una storia », disse egli, va raccontata in modo che sia essa stessa un aiuto. » E raccontò: « Mio nonno era storpio. Una volta gli chiesero di raccontare una storia del suo maestro. Allora raccontò come il santo Baalshem solesse saltellare e danzare mentre pregava. Mio nonno si alzò e raccontò, e il racconto lo trasportò tanto che ebbe bisogno di mostrare saltellando e danzando come facesse il maestro. Da quel momento guarì. Così vanno raccontate le storie».

Torna su


Teatro degli Scalpellini > VADO A TEATRO! Stagione teatrale 2017-2018 - direzione Teatro delle Selve

  • Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
    Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
  • REGIONE PIEMONTE
    REGIONE PIEMONTE
  • Comune di San Maurizio d'Opaglio
    Comune di San Maurizio d'Opaglio
  • Istituzione Museo del Rubinetto
    Istituzione Museo del Rubinetto
  • ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE
    ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE

RASSEGNA STAMPA PRODUZIONI


Sede Legale: Via Carmine 5, Vacciago - 28010 AMENO (NO)
P. Iva 01695070035

email: info(at)teatrodelleselve.it
Cell. +39 339 66 16 179